domenica 12 aprile 2020

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL PARLAMENTO ITALIANO GIUSEPPE CONTE

https://youprom.it/pcm

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL PARLAMENTO ITALIANO GIUSEPPE CONTE


CCPP M5S CINISELLO B. MI 
Ermanno Faccio
12 aprile 2020


Conferenza con il mio Presidente del Consiglio

Oggetto:
Indicazioni utili per l’emergenza e proposta di emissione immediata di buoni emergenziali atipici per 1000 miliardi.

Caro Presidente e ministro, stimato professore ed avvocato,
Non mi dilungo a presentarle i miei omaggi personali e del mio gruppo, per la sua trasparenza, tenacia, franchezza e razionalità decisoria in questo momento storico che ricorderemo nei libri futuri.
Venendo subito al nocciolo, mi riferisco al suo appello fatto durante l’ultima conferenza stampa emessa via facebook, tanto criticata da Salvini e Meloni, per il semplice fatto che lei non ha invitato proprio loro, i suoi detrattori più costanti ed acerrimi, in una legittima conferenza pubblica presidenziale (1).
Riferendomi alla Sua richiesta di farsi avanti con proposte alternative a chiunque le avesse, a proposito dell’utilizzo di strumenti alternativi al M.E.S./Spread Montiano del 2012 (2), all’indebitamento attraverso il costituendo fondo di liquidità Europeo (già attinto peraltro da Germania e Francia e altri), dall’emissione di nuovi BTP[S] (S=Speciali) di Stato da farsi acquistare dalla B.C.E., al fine di superare la presente necessità creditizia italiana, le propongo di usare il sistema dei « gettoni della lavanderia automatica ».
Non sto scherzando, non esco dall’euro, non sto creando nuova valuta, ma sto pensando a ricorrere ad una « unità di conto alternativa » come quella che usano in Francia a Menton, in Giappone, addirittura in Svizzera, e se non lo sa anche in Sardegna con il Sardex. Pure Bossi aveva proposto il « Lumbard » in Lombardia se ricorda.

Non commento ulteriormente lo stato di palese assurdità di tale pretesa, dato che loro nelle innumerevoli loro dirette fb, non l’hanno mai invitata.
Deplorevole perché trattasi di dichiarazione pre fallimentare e che quindi non può, nel modo più assoluto, neanche attraverso suoi nuove modifiche, applicarsi al nostro caso italiano perché ben lungi da tale situazione

Con tale sistema. che può essere coniato sia in forma fisica (gettoni e buoni di credito cartacei tipo buoni pasto), che in forma digitale ( un facilissimo sistema di « cripto unità » tipo Bitcoin, Ethereum, LighCoin ) supportabile da una facile app nazionale (tipo quella di una nota banca lituana chiamata Wirex con la quale si possono poi cambiare i gettoni virtuali in euro o altra valuta internazionale ) - non gestita dalle banche private ma dal solo ministero del Tesoro - , si supporterebbero le partite di giro necessarie( ad es. stipendi e costi sanità , supermercati, agricoltura, ristorazione, attrezzature, accessori, servizi, stipendi pubblici, trasporti, leasing ), supportate con una semplice emissione di buoni COV19 ITALIANI (INTERNI) del tipo quello della figura in calce ( da ma rappresentato simbolicamente come fac simile ), riportato anche nel vademecum parlamentare sul COVid19 già consegnato da una settimana ad un Sottosegretario Ministeriale italiano (4) al fine di dirimere alcuni errori concettuali continuamente ripetuti da stampa e fonti mediche che irresponsabilmente continuano a dare a noi Popoli Italiano informazioni imprecise e fuorvianti, i quali buoni, essendo di tipo « speciale », ovvero emessi nel lunghissimo periodo (90 anni) , non avrebbero quasi certamente ALCUNA DIFFICOLTÀ DI RIMBORSO da parte nostra e ahimè di ben due generazioni future successive alla nostra (purtroppo saranno i nostri eredi) . In tal modo si potrebbe, come tanti italiani auspicherebbero, a partire dal grande economista Guido Grossi, che ha pubblicato fior di conferenze via YouTube (5) sull’autofinanziamento alternativi ai BTP ( egli infatti indica di ritornare ai nostri vecchi BOT E CCT), per finire a personaggi di tutto rispetto a proposito di integrità quale l’ex generale Pappalardo che addirittura propone uscita dell’euro e ritorno alla moneta interna (6), cosa alquanto inauspicabile, visto lo stato di grande avanzamento lavori sinora sostenuto mediante ingenti pagamenti di interessi da parte nostra, per i quali, ora dobbiamo chiedere conto a questa benedetta Unione Europea, formata ahimè da persone algide e insensibili come olandesi, tedeschi, francesi a altri tipi di popoli nordici.
Questo è tutto Presidente, in questa Pasqua 2020, per cui Le porgo i miei, e quelli del mio gruppo, più sentiti auguri di buona vita e buon lavoro nel continuo rinnovamento metodologico, ideologico, e sociologico italiano e, se riusciamo, europeo, prendendo in esame questa semplice indicazione: il ritorno al credito di Stato, che negli ultimi due decenni è stato ingiustamente sottratto ai cittadini per essere detenuto esclusivamente dalle sole Banche...

https://wirexapp.com/
https://drive.google.com/file/d/1ljjYBJODYJlldDrLFHKWnHW7xcn9lthS/view 
https://www.youtube.com/watch?v=r5fQKEPYD7A
https://youtu.be/PoASGD_tiF8?t=1684

...private « italo - europeiste » compreso Bankitalia e CDP, e dalle quali dobbiamo riprendercelo autorevolmente in quanto, noi popolo italiano, siamo gli UNICI VERI TITOLARI del nostro stesso diritto al credito, e non potranno MAI E POI MAI essere degli istituti privati a decidere di deciderlo in loro esclusiva, neanche nella denegata ipotesi di previsione legislativa che sarebbe ovviamente da dichiarare incostituzionale.
Restando a disposizione per ogni chiarimento ed eventuale collaborazione (7) la ringraziamo per il suo polso fermo e per l’autorità di noi Popolo Italiano che Ella vorrà continuare mirabilmente ad esercitare in nostro nome.

Con osservanza,

               Ermanno Faccio

Informazioni Ermanno Faccio: https://www.linkedin.com/in/ermannofaccio/

Fac simile di Con Bond Italiano:
PROPOSTA AL P..C.M. ITALIA, DOMENICA 12 APRILE 2020 #3

PER FAVORE SE SIETE D'ACCORDO CONDIVIDETE ANCHE VOI: SARA COME UN REGALO DI PASQUA A TUTTI NOI STESSI.


SCARICA PDF FAC SIMILE




Nessun commento:

Posta un commento